Sorry!

Questo è un sito di controinformazione, niente commenti. Ho a malapena il tempo di pubblicare i post, non ne ho per cancellare lo spam, i troll, controbattere a tutti gli ocoparlanti che dissentono e nemmeno per avere scambi di opinione costruttivi.

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (J.W.Goethe)

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore.

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore. La sinistra italiana, in tutte le sue declinazioni, tramite i suoi partiti e le loro diramazioni, ovvero sindacati e associazioni, ha tradito la classe lavoratrice che rappresentava (nella quale è da considerare anche la piccola e media impresa), ha tradito l’Italia. Aderendo all’ideologia economica neoliberista e neoclassica e ai trattati di Maastricht si è alleata al fascismo finanziario, ma è soprattutto con l’adesione all’Euro, letale arma di distruzione di massa della classe lavoratrice, che si è manifestata come vassallo del potere della finanza e delle multinazionali, consegnando il nostro paese alla povertà, allo sfruttamento e agli interessi di poteri stranieri. Mentre in Europa rigurgiti di nazifascismo hanno preso il potere nessuna voce si leva da chi dovrebbe essere custode dei valori della resistenza. Svastiche, simbologia nazista e ritratti di filonazisti ultranazionalisti sfilano oggi per Kiev . Bombardamenti di civili vengono usati dal governo di Kiev come metodo di pulizia etnica in Novorossya e gli aiuti umanitari alla popolazione vengono pretestuosamente negati. Come i nazisti Poroshenko incita i propri soldati a uccidere dieci separatisti del Donbass in cambio di ogni camerata morto. Minacce di marce armate sulla capitale da parte dei nazisti paramilitari di Pravy Sector, che picchiano gli oppositori e distruggono le attività commerciali russe in ucraina, proprio come quando le camicie brune naziste distruggevano quelle degli ebrei. Tutto questo nell’indifferenza di chi da noi dovrebbe preservare e diffondere i valori della lotta partigiana che contro questi “mostri” ha lottato pagando un pesante tributo di sangue. E’ con l’approvazione di queste persone che abbiamo assistito allo spettacolo degradante di “Bella Ciao” cantata nelle aule parlamentari come segno di vittoria per l’approvazione della legge che consegnava miliardi di euro degli italiani alle banche azioniste della Banca d’Italia. Le stesse persone in parlamento che considerano terroristi i partigiani di Donetsk e Lugansk che combattono contro i nazisti mandati da Kiev e che hanno anche il coraggio ipocrita di appendere indegnamente nelle loro sezioni il ritratto di Che Guevara, infangandone la memoria. Non crediate che controllando i media e potendovi permettere di proporre un informazione censurata a vostro favore o addirittura falsa l’avrete sempre vinta, la controinformazione, a voi alternativa, ha la forza della goccia che lentamente scava la pietra, le opinioni lentamente stanno cambiando, i vostri giornali sono in crisi, alcuni chiudono e altri, come l’Unità, chiuderanno in futuro perché il popolo inizia a non credervi più e la storia vi attribuirà il ruolo che meritate: TRADITORI.

mercoledì 19 marzo 2014

Il Frame

Il Frame
Che senso avrebbe assaltare una base militare di scarsa importanza rischiando perdite umane quando chi è nella base è in stato d'assedio, senza possibilità di ricevere rinforzi e viveri, mentre gli assedianti hanno tutto il tempo e i rifornimenti che vogliono? Nessuno. Casomai saranno gli assediati che, giocandosi il tutto per tutto, potrebbero tentare di rompere l'assedio attaccando per primi.
Che senso avrebbe attaccare la stessa base quando, come mostrato il giorno dopo, per una base ben più importante sono bastati i civili della città a convincere i militari di abbandonarla. Nessuno. E' un vero peccato che molte persone non se lo chiedano, tanto più se sono giornalisti.
Non sono qui a dirvi di prendere ogni dichiarazione della stampa russa come oro colato mentre quella occidentale è merda per partito preso, dico invece che per ogni notizia sarebbe corretto riportare le diverse versioni, in certi casi, come questo è sufficiente un po' di buon senso per capire quale sia quella falsa. Mi riferisco ovviamente alla notizia del soldato ucraino ucciso, il cui dettaglio   è spiegato qui: http://ocoparlanti.blogspot.it/2014/03/propagatori-di-menzogne.html
Dopo un inizio in cui le informazioni sulla crisi Ucraina erano eterogenee ora i media si stanno uniformando a fornire le notizie all'interno di un “frame” comune. Tutto previsto, come spiega Marcello Foa in questo video, svelando anche cosa sia il frame.

Come gli Spin Doctor manipolano i giornalisti usando il "Frame"



Se non avete tempo di vederlo tutto vi consiglio di partire dal minuto 12

Propagatori di menzogne

Un giornalista vero, uno che è un vero professionista (e non uno schifoso venduto) controlla la notizia prima di pubblicarla, ma i giornali italiani invece stanno tutti pubblicando una notizia FALSA molto pericolosa! Riportano come vera la dichiarazione del nuovo premier golpista ucraino il quale afferma che i russi hanno assaltato una base ucraina in Crimea uccidendo un soldato ucraino. Peccato sia FALSO!!  Qui cosa è successo: http://rt.com/news/crimea-shooting-military-center-646/
Due cecchini del gruppo neonazista pravi sektor (uno l'hanno catturato e lo stanno interrogando, l'altro è in fuga) hanno ammazzato un soldato ucraino e uno delle forze di autodifesa della Crimea che erano di guardia a una piccola base cartografica ucraina i cui membri, quasi tutte donne, avevano già accettato di passare alla Crimea. Stessa strategia di piazza Maidan, dove pravi sektor ha ammazzato sia manifestanti che poliziotti (incolpando i poliziotti), per avere la scusa di assaltare il palazzo e portare a termine il golpe per il quale sono stati addestrati e finanziati dagli USA. Questi pazzi nazionalisti fascisti ucraini che hanno preso il potere vogliono la guerra a tutti i costi con i Russi! L'Italia e la UE appoggiano questa gente! E i giornalisti italiani gli reggono il gioco sporco!
Ai giornalisti italiani dico una sola cosa: MI FATE SCHIFO!
Sono anche convinto che provocare questa guerra sia una mossa per impegnare i Russi in casa propria così gli USA avrebbero via libera in medio oriente e in Siria in particolare, liberi di "esportare la democrazia" come al solito, con le bombe.

martedì 18 marzo 2014

Eurorebels

Con l’approssimarsi delle elezioni europee è nell’interesse del fascismo finanziario che ci governa tramite la troika che il numero di euroscettici che verrebbero eletti sia contenuto. Quindi sarebbe auspicabile da parte della troika una condotta morbida nel periodo pre-elettorale mirata allo scopo di limitare lo scontento nei cittadini UE che orizzonterebbe il voto a candidati euroscettici. Mi ha quindi sorpreso l’improvvisa pressione sull'Italia affinché proceda per una rapida e consistente riduzione del debito (leggi pesante patrimoniale da mettere in atto). Questo significa una sola cosa: hanno stimato con ragionevole certezza l’arrivo nel parlamento europeo, non di un ondata di euroscettici bensì di uno tsunami. E questo articolo di oggi sembra confermarlo. Hanno timore che la valanga di euroscettici in arrivo da tutta Europa possa minare la messa in pratica dei loro progetti, quindi meglio non rischiare, prima che sia troppo tardi premono affinché si proceda per la messa in pratica di quanto hanno pianificato, incuranti delle ripercussioni sul voto. Dobbiamo solo sperare che Renzi non ceda, ci fosse stato ancora Letta, uomo della Trilateral Commission, non avremmo avuto scampo, Renzi per quanto allineato lo vedo più autonomo e forse potrebbe fare resistenza. In questa situazione di possibile “rivoluzione” in Europa come al solito noi italiani dimostriamo che con le rivoluzioni non abbiamo niente a che fare, come la nostra storia ci insegna. Di veri euroscettici abbiamo solo la Lega Nord e Fratelli di Italia che assieme non arrivano neanche all’ 8%. E se da sinistra te lo puoi aspettare un atteggiamento non euroscettico perché ci hanno portato loro in questo disastro, quindi non si potrebbe pretendere di più di una lista Tsipras, dal Movimento 5 Stelle arriva la delusione più grande. In sostanza la posizione di questi partiti è quella di andare alla UE e “battere i pugni sul tavolo” ma nessuno dice cosa fare nel caso tutto questo li lasci indifferenti. Io credo che alla Merkel non importi più di tanto quello che vogliono gli “untermeschen” del resto d’Europa, specialmente quelli del sud. Stessa cosa per BCE, consiglio e commissione UE. Quindi quando vi diranno NO, e ve lo diranno di sicuro, cosa farete? Io lo voglio sapere adesso! A casa e coda fra le gambe come se niente fosse o si manda tutto a gambe all’aria?

lunedì 17 marzo 2014

Yuri e le urne trasparenti

da Repubblica
Referendum in Crimea
Ci sono alcuni paesi che per le votazioni utilizzano urne trasparenti. Ha il suo senso, tu infili la scheda e vedi dove va a finire, mentre nell'urna opaca, come quelle che usiamo noi, sparisce al suo interno e...chissà! Un esempio rappresentativo lo si può vedere da questo print screen del sito di Repubblica dove si vede l'utilizzo di un urna trasparente all'ambasciata di Francia per le ultime presidenziali. Ora si da il caso che alcuni giornali hanno mostrato inorriditi immagini delle urne usate per il referendum in Crimea ed erano urne trasparenti! Non sia mai!!! La macchina del fango è partita immediatamente aizzando piddini scatenati che definivano il fatto come un chiaro esempio di coercizione elettorale. Secondo questi “luminari del democratico processo elettorale” le urne trasparenti, sarebbero un diabolico stratagemma “sovietico” inventato per controllare il voto. E' evidente che il votante, intimorito dall'essere scoperto votare contro, decide di votare come vuole il regime, affermano con veemenza!
Ma allora erano truccate anche le presidenziali francesi dove usavano urne trasparenti?
Eh no, Francia = UE = Amici USA = Democrazia = Buono  invece  Russia = URSS = Stalinismo = Nemici USA = Cattivi che mangiano i bambini (però non te lo dicono apertamente perché loro non possono mica essere razzisti!) Quindi il referendum, dicono, era truccato.
Ma come truccato? C'era in piazza a festeggiare quasi tutta la Crimea!
Eh ma perché c'erano i soldati con i carri armati come a Praga!
No scusa, i militari russi erano li certamente per difendere i loro interessi, non ci piove, e quindi per impedire che l'esercito ucraino in mano ai golpisti potesse impedire il referendum! E poi che c'entra Praga, quelli allora volevano uscire dal controllo russo questi ci vogliono entrare!!
Ma non sarai fascista? Non capisci che a Kiev c'è stata una sommossa del popolo oppresso che chiede democrazia e benessere!
Sei tu che proprio non capisci, ti giro due link di due giornalisti di alto livello, uno di sinistra e uno di destra. Quello di sinistra è Giulietto Chiesa, esperto di geopolitica, quello di destra Marcello Foa, scuola Montanelli, esperto di tecniche di manipolazione di massa. Nonostante le posizioni politiche agli antipodi ti dicono, con piccole differenze la stessa cosa, ovvero che le sommosse di Piazza Maidan sono state organizzate dall'occidente a danno della Russia usando le tecniche di Gene Sharp, e per alzare la posta hanno addestrato gruppi paramilitari nazisti che hanno sparato sia sui poliziotti che sui manifestanti, solo per fare ricadere la colpa sul presidente in carica. C'è anche la telefonata intercettata tra il ministro degli esteri estone e Commissario Affari Esteri UE a dimostrarlo.
E come puoi accettare come eroina la Timoshenko, una ladra e corrotta come la maggior parte dei politici ucraini, della stessa pasta del presidente deposto, forse anche peggio, che si è arricchita alle spalle del popolo ucraino e  ha sposato la causa occidentale solo per interessi personali. Come può un governo andato in carica con un golpe prendere importanti decisioni come entrare in UE senza il consenso popolare di un elezione e di un referendum?
Come fai a non capire che non è questione di simpatia o sostegno alla Russia ma la semplice verità oggettiva dell'ennesima scusa occidentale per prendere il controllo di un altro paese? Con il duplice scopo di togliere alla Russia una zona di importanza strategica inestimabile e fornire alla Germania nuovi lavoratori dall'est, schiavi sottopagati per mantenere competitive le sue industrie esportatrici e spingere i salariati europei a paghe ancora più basse.
Insomma è un film già visto, è come quando discuto con loro dell'Euro, non ti rispondono con la loro testa ma da ocoparlanti che sono, scollegando il cervello e starnazzando il pensiero di Repubblica. Il ragionamento è scomodo. Ti può incasinare la vita, tu sei li con le tue certezze che ti rendono la vita tranquilla e arriva qualcuno che le certezze te le smonta e insieme ad esse anche la serenità. Loro in matrix avrebbero preso di sicuro la pillola blu...