Sorry!

Questo è un sito di controinformazione, niente commenti. Ho a malapena il tempo di pubblicare i post, non ne ho per cancellare lo spam, i troll, controbattere a tutti gli ocoparlanti che dissentono e nemmeno per avere scambi di opinione costruttivi.

Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo. (J.W.Goethe)

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore.

C’è solo una cosa che è peggio di un nemico: un traditore. La sinistra italiana, in tutte le sue declinazioni, tramite i suoi partiti e le loro diramazioni, ovvero sindacati e associazioni, ha tradito la classe lavoratrice che rappresentava (nella quale è da considerare anche la piccola e media impresa), ha tradito l’Italia. Aderendo all’ideologia economica neoliberista e neoclassica e ai trattati di Maastricht si è alleata al fascismo finanziario, ma è soprattutto con l’adesione all’Euro, letale arma di distruzione di massa della classe lavoratrice, che si è manifestata come vassallo del potere della finanza e delle multinazionali, consegnando il nostro paese alla povertà, allo sfruttamento e agli interessi di poteri stranieri. Mentre in Europa rigurgiti di nazifascismo hanno preso il potere nessuna voce si leva da chi dovrebbe essere custode dei valori della resistenza. Svastiche, simbologia nazista e ritratti di filonazisti ultranazionalisti sfilano oggi per Kiev . Bombardamenti di civili vengono usati dal governo di Kiev come metodo di pulizia etnica in Novorossya e gli aiuti umanitari alla popolazione vengono pretestuosamente negati. Come i nazisti Poroshenko incita i propri soldati a uccidere dieci separatisti del Donbass in cambio di ogni camerata morto. Minacce di marce armate sulla capitale da parte dei nazisti paramilitari di Pravy Sector, che picchiano gli oppositori e distruggono le attività commerciali russe in ucraina, proprio come quando le camicie brune naziste distruggevano quelle degli ebrei. Tutto questo nell’indifferenza di chi da noi dovrebbe preservare e diffondere i valori della lotta partigiana che contro questi “mostri” ha lottato pagando un pesante tributo di sangue. E’ con l’approvazione di queste persone che abbiamo assistito allo spettacolo degradante di “Bella Ciao” cantata nelle aule parlamentari come segno di vittoria per l’approvazione della legge che consegnava miliardi di euro degli italiani alle banche azioniste della Banca d’Italia. Le stesse persone in parlamento che considerano terroristi i partigiani di Donetsk e Lugansk che combattono contro i nazisti mandati da Kiev e che hanno anche il coraggio ipocrita di appendere indegnamente nelle loro sezioni il ritratto di Che Guevara, infangandone la memoria. Non crediate che controllando i media e potendovi permettere di proporre un informazione censurata a vostro favore o addirittura falsa l’avrete sempre vinta, la controinformazione, a voi alternativa, ha la forza della goccia che lentamente scava la pietra, le opinioni lentamente stanno cambiando, i vostri giornali sono in crisi, alcuni chiudono e altri, come l’Unità, chiuderanno in futuro perché il popolo inizia a non credervi più e la storia vi attribuirà il ruolo che meritate: TRADITORI.

sabato 14 novembre 2015

Putin ancora una volta ha avuto ragione

Ancora una volta Putin si è dimostrato uno statista una spanna sopra tutti. Con le sue parole alla 70esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite aveva indicato sia la causa dell'ISIS e cosa fare per sconfiggerlo, ovviamente le sua parole sono cadute nel vuoto, principalmente per la codarda sottomissione dei paesi europei agli USA e le serie conseguenze iniziano a mostrarsi.
USA, UK e Francia con i loro interventi militari in Medio Oriente per destituire Saddam, Gheddafi e Assad sono i veri responsabili della nascita dell'ISIS.
Putin: Non posso che chiedere a coloro che hanno causato questa situazione: vi rendete conto adesso di ciò che avete fatto? Ho tuttavia il timore che nessuno mi risponderà. Infatti, politiche basate sulla presunzione, sul credersi eccezionali e godere di impunità, non sono mai state abbandonate. E’ ovvio, ormai, che il vuoto politico creato in alcuni paesi del Medio Oriente e in Nord Africa ha prodotto l’emergere di aree in cui vige l’anarchia: quest’ultime hanno cominciato immediatamente a popolarsi di estremisti e terroristi.

E riguardo USA, Arabia Saudita e Qatar che hanno finanziato l'ISIS in funzione anti Assad.

Putin: Crediamo che qualsiasi tentativo di giocare con i terroristi, senza parlare di armarli, sia non solo cieco ma anche potenzialmente incendiario. Tutto ciò potrebbe risultare in un incremento drammatico della minaccia terrorista e abbracciare nuove regioni. Specialmente visto che lo Stato Islamico addestra i propri soldati in vari paesi, inclusi paesi europei.

Quindi aveva proposto una alleanza internazionale per distruggere l'ISIS:
Putin: In sostanza suggeriamo che dovremmo essere guidati da valori comuni e comuni interessi invece che ambizioni. Dobbiamo unire i nostri sforzi per affrontare i problemi che ciascuno di noi fronteggia sulle basi della legge internazionale, e genuinamente creare una larga coalizione internazionale contro il terrorismo.
Simile alla coalizione contro Hitler, questa potrebbe unire una larga porzione delle forze che sono desiderose di resistere con risolutezza a coloro che, come i Nazisti, seminano malvagità e odio per l’umanità.

Moltissimi fanatici islamici provenienti da tutto il mondo si sono arruolati nello Stato Islamico, nell'intenzione di Putin c'era l'idea di un allenaza internazionale per spazzarli via così che non tornassero più a creare problemi nei loro paesi. Come al solito non è stato ascoltato portando avanti invece il film hollywoodiano dove lui sarebbe il nemico più cattivo del mondo.
Così invece di autare la Russia in Siria la stolta Unione Europea ha pensato di accogliere a braccia aperte milioni di profughi fuggiaschi dalla guerra e dalla miseria al cui interno si sono nascosti, come era facilmente prevedibile, commandos di terroristi pronti a colpire il cuore dell'Europa.


venerdì 13 novembre 2015

Golpe silenzioso in Portogallo

E' di questi giorni una notizia sconvolgente, l'ennesima dimostrazione della fine della democrazia in Europa. In Portogallo si sono tenute le elezioni politiche che hanno visto la coalizione della sinistra vincente. Si tratta di una coalizione contro l'austerity formata dal Partito Socialista, Blocco di Sinistra e Partito Comunista, questi ultimi due addirittura favorevoli all'uscita dall'euro e dalla NATO. Il presidente Anibal Cavaco Silva si è rifiutato di consegnare l'incarico di formare il governo ai vincenti incaricando invece il perdente leader del Partito Socialdemocratico e del governo uscente Pedro Passos Coelho. Le motivazioni del presidente Silva : “In 40 anni di democrazia, nessun governo in Portogallo è mai dipeso dall’appoggio di forze politiche antieuropeiste, […] di forze politiche che chiedono di abrogare il Trattato di Lisbona, il Fiscal Compact, il Patto di crescita e di stabilità, lo smantellamento dell’unione monetaria e di portare il Portogallo fuori dall’Euro, oltre alla fuoriuscita dalla Nato. […] Dopo aver affrontato il programma di assistenza finanziaria, con pesanti sacrifici, è mio dovere, e rientra nei miei poteri costituzionali, fare tutto ciò che è possibile per prevenire l’invio di falsi segnali alle istituzioni finanziarie, agli investitori e ai mercati”. Insomma della serie "Io sono io e voi delle merde, di come avete votato me ne fotto, l'importante è che non facciamo incazzare i nostri padroni banchieri". Vorrei fare notare la spudoratezza dell'uso della parola "democrazia", un sistema che permette a un presidente di non rispettare il risultato delle urne e permette alle istituzioni finanziarie di coercire i governi io lo definirei fascista e non mi risulta che fascismo e democrazia siano sinonimi. La coalizione di sinistra ha quindi fatto subito cadere il governo di minoranza e la Troika è già intervenuta a minacciare i portoghesi, stesso copione della Grecia, c'è da temere il peggio.
Qui in Italia la notizia è apparsa sui giornali ma non ha fatto tanto scalpore tra la gente. Non abbiamo detto e fatto nulla per il golpe che ha costretto Berlusconi alle dimissioni sostituito con l'emissario di Bruxelles Monti perchè dovremmo rimanere turbati da questa vicenda portoghese? Come? Non sei d'accordo perchè sei piddino e non ti piaceva il Berlusca? Neanche a me piaceva, ma lo avevano eletto, si chiama democrazia! Si, democrazia, quella parola, insieme a razzismo, della quale ti riempi la bocca a sproposito caro piddino medio.


domenica 8 novembre 2015

Quando la realtà supera la fantasia


In questo post vi ho raccontato la mia percezione delle dinamiche in atto in Europa, volte allo scopo di trasformare la popolazione europea tramite l'uso dell'immigrazione e delle teorie gender, concludevo:

La costruzione artificiale di un essere umano ibrido senza identità precisa che non sa più collocarsi ne geograficamente, ne culturarmente e nemmeno sessualmente, nonché schiavo dell'esistenza commerciale, è il metodo per inibire le capacità di ribellione dell'individuo che senza dei riferimenti precisi che lo ancorino alla realtà e a dei valori vive una esistenza senza un vero scopo.

Questa è la mia percezione della realtà che stiamo vivendo, è stato un vero shock scoprire, grazie a byoblu, che buona parte di ciò che ho immaginato fa storicamente parte di un delirio razzista, speculare come il negativo di una foto a quello Hitleriano, e che tale delirio è opera di un uomo considerato uno dei padri spitituali dell'Unione Europea (sua anche l'idea dell'Inno alla Gioia come inno dell' Unione). Sto parlando di Richard Kalergi, nobile austriaco e massone, lascio a Wikipedia informarvi in linea generale su di lui, precisando che Wikiedia non vi parla di un secondo libro successivo a Paneuropa e pubblicato nel 1925, si tratta di Praktischer Idealismum (Idealismo Pratico) un libro le cui copie cartacee sono state praticamente fatte sparire dalla faccia della terra affinchè il libro non venga messo in relazione con Kalergi. In quest'opera Kalergi ci racconta la sua scioccante idea dei futuri Stati Uniti d'Europa dove
"L'uomo del futuro sarà di sangue misto, la razza futura euroasiatica-negroide, estremamante simile agli antichi egiziani, sostituirà le molteplicità dei popoli con una molteplicità di personalità" 
Ovviamente questo popolo secondo Kalergi sarà suddito di una elite di sangue puro, quella ebraica, la quale non permettendo matrimoni tra non ebrei manterrebbe invece la purezza e la capacità di comandare, parole sue, "un gregge multietnico senza qualità facilmente dominabile".

Vi rimando al video di byoblu dove Matteo Simonetti, autore del saggio "La verità sul Piano Kalergi" approfondisce quanto vi ho accennato e termino informandovi che esiste addirittura un premio col suo nome, "il premio Kalergi" del quale si sono fregiati sia la Merkel che Van Rompuy!